l'abc della modal'abc della moda

Oggi le “parole della moda” saranno 4 ma non per questo saranno meno capaci di suscitare la voglia di saperne di più su questi capi d’abbigliamento, anzi: queste 4 parole sono infatti capaci di rievocare interi mondi. In questa “puntata dell’abecedario” potrai infatti approfondire le origini dell’eskimo (magari ascoltando l’omonima canzone di Francesco Guccini) e, per difenderti dal freddo, potrai decidere di indossare sotto questo giaccone una comoda e pratica felpa. Ma sappiamo bene che “non può piovere per sempre”: ecco così esplodere l’estate e invitarci a indossare ai piedi divertenti espadrilles e comodissime flip flop. Non pensavi fosse possibile saltare così in fretta da una stagione all’altra senza neanche dover attraversare i raffreddori sotto l’albero di Natale e le allergie nascoste dietro le bellissime corolle dei fiori? Potere della moda

Eskimo

Spesso, quando ci si concentra su come realizzare al meglio un outfit, ci si concentra molto su come vestire la parte superiore del corpo nel modo più adatto al proprio fisico (scegliendo quindi magliette e camicette a seconda della propria corporatura) e ci si focalizza non poco anche su cosa indossare nella parte inferiore del corpo in modo da avere un abbigliamento quanto più consono alla propria tipologia fisica (si fa quindi attenzione a quale modello di pantaloni valorizzi meglio le nostre gambe e a quali jeans o gonne siano più capaci di dissimulare i nostri difetti) ma c’è un aspetto che spesso viene trascurato: la scelta del soprabito. Quante volte, dopo aver costruito con attenzione un look, ti sei ritrovata a indossare un cappotto pescato a caso nell’armadio? Mai scelta fu meno azzeccata! Mentre sei in giro, infatti, ancor prima che il tuo maglioncino e i tuoi pantaloni ad essere notato è il tuo giubbotto! Cerchi qualcosa di originale? Prova un eskimo: l’eskimo è un giaccone che può essere indossato sia da uomini che da donne, è realizzato con tessuto di solito impermeabilizzato e generalmente presenta un cappuccio di pelliccia. L’eskimo è un capo d’abbigliamento sicuramente caldo (azzeccato quindi il richiamo agli eschimesi dato dal nome) ed è un indumento dal taglio sportivo che viene reso ancora più pratico dalle tasche che sono spesso numerose. La chiusura? Sul davanti l’eskimo può presentare cerniera o alamari (ossia l’allacciatura caratterizzata da un occhiello dentro cui viene fatto passare il bottone). L’eskimo è quindi un capo capace di difendere dalle minacce del freddo ma non pensare che sia stato indossato da gente che ha paura di correre dei rischi: un modello di eskimo caratterizzato da un interno in fodera di pelo sintetico si è fatto conoscere dal “grande pubblico” perché indossato da molti studenti nelle rivolte del 1968. L’eskimo quindi oltre che un capo pratico è anche un capo emblematico: è infatti uno dei capi simbolo della classe proletaria. L’ideologia di sinistra negli anni ’70 si vestì infatti spesso di verde militare (ma anche talvolta di beige e blu) indossando questo giaccone impermeabile dalla fattura semplice e dal costo accessibile.

L'Eskimo: il giaccone impermeabile dei sessantottini.
L’Eskimo: il giaccone impermeabile dei sessantottini.

Espadrilles

Ci sono sicuramente diverse cose che “fanno subito estate”: oggetti come gli ombrelloni, accessori come gli occhiali da sole e capi d’abbigliamento come i costumi da bagno. Ma, se ciò che cerchi è un paio di scarpe che rievochi subito lunghi pomeriggi passati a passeggiare per godere appieno delle giornate che si allungano non c’è nulla di meglio di un paio di espadrilles. Le espadrilles, infatti, sono scarpe solitamente basse (o caratterizzate da una modesta zeppa) che affondano le loro origini nei Pirenei. L’elemento caratteristico di queste scarpe è la suola realizzata il più delle volte in corda o, se fatta in gomma, costruita con gomma modellata in modo da somigliare alla corda. Le espadrilles hanno quindi una suola piuttosto flessibile e sono realizzate con una tela in cotone o talvolta in tessuto più pregiato. In Italia le espadrilles nella loro versione originale hanno raggiunto l’apice del successo intorno agli anni ’80 mentre il decennio successivo si è diffusa soprattutto una loro variante con zeppa.

Chi non ha mai indossato un paio di quelle famose scarpe di tela note come espadrilles?
Chi non ha mai indossato un paio di quelle famose scarpe di tela note come espadrilles?

Felpa

È un indumento nato come capo d’abbigliamento perfetto per fare sport ma ormai entrato a far parte di diritto dell’abbigliamento casual quotidiano di uomini e donne. Di quale capo stiamo parlando? Naturalmente della felpa! La felpa è un indumento realizzato in maglina e che, all’interno, presenta generalmente un lato appunto “felpato”: solitamente la felpa è lunga fino alla vita e presenta maniche lunghe. Ma questa regina dello street style quante varianti presenta? Sicuramente molte: spesso le felpe hanno anche un cappuccio, ma non sempre, esistono anche felpe smanicate, talvolta le felpe presentano una cerniera lampo sul davanti oppure le felpe possono anche essere caratterizzate da una grande tasca centrale. La felpa regna quindi incontrastata nel cuore di chi predilige la comodità nell’abbigliamento ma questo non significa che non sia trendy: al contrario diversi marchi hanno messo sul mercato delle felpe che sono diventate dei veri e propri pezzi cult.

Un arcobaleno di felpe
Un arcobaleno di felpe.

Flip Flop

Se le espadrilles possono rievocare l’atmosfera estiva che si respira passeggiando per le stradine assolate di una città in una giornata di luglio esiste un altro modello di scarpe capace di urlare “estate!” facendo subito pensare a mattinate passate tra il calore della sabbia e la freschezza delle onde del mare. Di quali scarpe stiamo parlando? Naturalmente delle “flip flop” ossia delle infradito perfette da indossare al mare o in piscina. Qualcuno le chiama infradito proprio per sottolineare la presenza del listino di gomma che separa l’alluce dal secondo dito del piede, qualcuno preferisce definirle semplicemente ciabattine mentre qualcun altro ama chiamarle “flip flop” usando per queste scarpe un nome divertente e simpatico. Le flip flop hanno suola e listini realizzati generalmente in gomma: la forma di questa scarpa è decisamente essenziale ma i colori e le fantasie che arricchiscono queste calzature contribuiscono a renderle compagne molto amate di lunghe mattinate estive.

Comode e colorate: ecco a voi le flip flop!
Comode e colorate: ecco a voi le flip flop!