l'abc della modal'abc della moda

Senza le parole non esistono i concetti: se ami il mondo della moda come puoi fare a meno di conoscere le parole che di questo mondo fanno parte? Non conoscere i termini della moda significa non avere la possibilità né di parlare scorrevolmente di moda né di capire i discorsi che orbitano intorno a questo pianeta fatto non solo di sfilate e di stilisti famosi ma anche, e soprattutto, di capi d’abbigliamento che vanno spesso reinventati e reinterpretati secondo il proprio gusto personale: ma prima di creare il proprio stile bisogno conoscere i nomi degli indumenti che questo stile contribuiranno a crearlo. Oggi andremo alla scoperta di 5 “nuove” parole: “bandana”, “boccola”, “body”, “bolero” e “boxer”.

Bandana

Pensa ad un semplicissimo fazzoletto di stoffa dalla forma solitamente quadrata ma di cui possono esistere diverse varianti: chi avrebbe potuto immaginare che sarebbe diventato un evergreen degli accessori? Questo speciale “fazzoletto” può essere legato in testa o al collo e può essere utilizzato per arricchire outfits anche molto diversi tra loro: di cosa stiamo parlando? Naturalmente della bandana! Questo fazzoletto temerario ha vissuto tante avventure degne del più valoroso dei cowboy stando legato al collo degli eroi western ma non solo: ha anche solcato i mari più impetuosi stando abbarbicato sulla testa dei pirati e ha preso parte a meravigliosi concerti rock diventando il beniamino di non poche “star maledette”. Chi può resistere al fascino della bandana? Vorresti provare la bandana ma non sai come indossarla? I modi per mettere la bandana sono principalmente due: la bandana può essere indossata “a fascia”, ossia venire piegata fino a farla diventare una striscia e poi venire annodata sulla testa, oppure può essere portata “chiusa”, cioè piegandola solo a metà in obliquo e poi legandola in testa.

La bandana: un accessorio intramontabile e versatile.
La bandana: un accessorio intramontabile e versatile.

Boccola

Qualcuno ti ha detto che sta cercando la “boccola” più adatta per decorare un certo suo capo d’abbigliamento e tu hai sorriso, confusa, senza sapere esattamente di cosa stesse parlando? Una volta smesso di parlare con questa persona hai cercato di riflettere sul possibile significato del termine “boccola” ma niente: non hai proprio idea di cosa possa voler dire. Se adesso sei convinta che questa parola indichi qualcosa di cui non hai mai parlato probabilmente ti sbagli di grosso: “boccola” infatti non significa altro che “piccola borchia”. Capito? Sì, vuol dire proprio borchia! E, da quando le borchie sono tornate prepotentemente in auge, quante volte ti sei ritrovata a parlare di loro durante una delle tue sessioni di shopping? La “boccola”, o “borchia” che dir si voglia, è infatti un elemento decorativo realizzato in metallo che viene applicato su abiti o su scarpe o su accessori o, addirittura, può essere applicato anche sulle unghie . Hai anche tu aperto il tuo armadio ad un capo decorato con borchie? Del resto le borchie non sono ormai appannaggio di chi adotta un look dark o punk: anche in uno stile molto diverso ci può essere spazio per le borchie purché questa tendenza sia interpretata secondo i propri gusti personali.

Adori le borchie? Provale anche sulle unghie!
Adori le borchie? Provale anche sulle unghie!

Body

Body, in inglese, significa letteralmente “corpo” e, in effetti, il body è un capo di abbigliamento che aderisce completamente il corpo. Il body è un capo di vestiario appartenente solitamente all’abbigliamento femminile, è realizzato in tessuto elasticizzato ed è idealmente costituito dalla fusione tra un capo d’abbigliamento per la parte superiore del corpo (maglia a maniche lunghe o corte o canottiera) e un paio di slip. Il body ha inoltre in genere, in corrispondenza del cavallo, dei bottoni che rendono anche più semplice indossarlo. In che occasioni si può utilizzare questo indumento? Il body è adoperato soprattutto per due usi: viene usato sia come capo intimo che come capo sportivo.

Il body è un capo molto usato soprattutto nella danza.
Il body è un capo molto usato soprattutto nella danza.

Bolero

Cerchi un capo d’abbigliamento che sia un po’ più corto di un normale cardigan? Magari nell’armadio hai anche qualche mirabile esempio di questo capo d’abbigliamento ma non ti ricordi mai come possa essere chiamato oltre che “coprispalle”? Per ricordartelo, d’ora in poi, rievoca nella tua mente calienti ritmi spagnoleggianti: il nome di questo indumento, infatti, è bolero! Solitamente un bolero copre una parte di torace minore rispetto alle classiche giacche mentre per quando riguarda le maniche può essere sia a maniche lunghe che a maniche corte. Nella tua mente c’è solo la versione più classica del bolero ossia il bolero fatto a maglia? Allarga i tuoi orizzonti: esistono diverse varianti di bolero, una per ogni tuo look!

Ti sembra che al tuo look manchi qualcosa? Completalo con un bolero!
Ti sembra che al tuo look manchi qualcosa? Completalo con un bolero!

Boxer

L’indumento perfetto per mostrare la combattività di un uomo anche quando non si ritrova, realmente, a dover lottare su un ring? Sicuramente i boxer! Questo indumento di biancheria infima maschile, infatti, prende il suo nome dai pugili dato che è molto simile nella sua forma ai pantaloncini che questi sportivi indossano durante i loro scontri. Gli uomini si dividono in due categorie: chi non rinuncerebbe per nulla al mondo ai suoi amati slip e chi, invece, adora per diverse ragioni i boxer. Ma anche tra chi preferisce optare i boxer esistono discordanze di gusti: i boxer, infatti, possono essere divisi in due tipologie note come “boxer shorts” e “boxer briefs”. I boxer shorts sono quel tipo di boxer che si è discostato meno dagli originali “pantaloncini dei pugili”: sono infatti lunghi circa fino a metà coscia e piuttosto larghi. I boxer briefs, invece, sono quasi un compromesso tra i boxer shorts e gli slip: questi boxer, infatti, sono solitamente più corti e decisamente più attillati.

Boxer o slip? Questo è il problema!
Boxer o slip? Questo è il problema!