donna clessidra in primavera-estate

Formosa, tutta curve, con le due parti del suo corpo, quella superiore e quella inferiore, naturalmente bilanciate ed il punto vita ben definito, la donna clessidra ha rappresentato il modello di bellezza fino a pochi anni fa. Non ha sproporzioni da riequilibrare. Spalle e fianchi hanno la medesima larghezza, il seno è generalmente florido, il lato B a mandolino, le cosce tornite ed il polpaccio pieno, ma in linea con il resto del corpo. Queste sono le caratteristiche principali della donna a clessidra, che rimangono pressoché invariate anche qualora aumenti o diminuisca di peso. Il fisico dà generalmente l’idea di essere florido e burroso. Se prende qualche chilo, la donna a clessidra accumula il peso in modo uniforme, anche su seno e braccia, mantenendo comunque il punto vita sottile e ben delineato.

La fisicità della donna a clessidra è caratterizzata dall’armonia e dal naturale equilibrio delle sue forme sinuose, che risultano proporzionate ed armoniche anche con qualche chilo di troppo. La donna a clessidra indossa la stessa taglia sia per la parte superiore sia per quella inferiore del corpo e la vita sottile è il punto focale della figura, che evidenzia la sua forma sinuosa.

Il vitino da vespa trovò nelle grandi dive del calibro di Marylin Monroe, Liz Taylor, Sophia Loren e Gina Lollobrigida le sue testimonial ideali, formose e sensuali. Scarlett Johansson, Salma Hayek, Katherine Heigl e la splendida Christina Hendricks sono ottimi esempi di donna a clessidra.

donna clessidra in primavera-estate
La vita sottile è il punto focale della figura della donna a clessidra.

Come deve vestirsi una donna clessidra in primavera-estate? Non avendo sproporzioni da bilanciare, non sarà necessario creare effetti ottici per ristabilire l’equilibrio tra la parte superiore e quella inferiore del corpo. L’obiettivo in questo caso consiste sostanzialmente nell’ingentilire ed affinare una fisicità così procace con colori neutri, toni scuri e modelli dal taglio semplici, ed evitare di caricare eccessivamente la figura.

A lato pratico, occorre seguire una strategia opposta a quella adottata per la donna a rettangolo. Se nella donna a rettangolo cercavamo di creare movimento con fantasie vivaci e colori accesi, per la donna a clessidra occorre fare l’opposto. Con la sua fisicità prorompente e le forme generose, non ha bisogno di trucchi per attirare l’attenzione, le sue curve sono già abbastanza appariscenti di per sé.

donna clessidra in primavera-estate
L’obiettivo è quello di affinare una fisicità prorompente.

Giacche

Se ti riconosci nella descrizione della donna a clessidra, prediligi le giacche strette in vita e lunghe almeno fino alle anche, i cardigan abbottonati in vita ed i trench dotati di cintura, meglio se nei toni scuri. Rinuncia alle spalline imbottite ed alle decorazioni vistose. Le giacche a doppiopetto e non sagomate rischiano di conferirti un’aria boxy.

Donna clessidra in primavera-estate: abiti

I wrap dress sono l’ideale per la donna a clessidra, in quanto aderiscono perfettamente in vita, sottolineandola senza dare ulteriore volume al petto. Indossali senza esitazioni. Scegli tessuti morbidi e leggeri, come la seta ed il cotone, che sfiorino le curve, accentuandole.

Se i fianchi sono particolarmente generosi, è consigliabile puntare sui modelli svasati. Se, invece, vuoi far risaltare il tuo lato B a mandolino, il modello a tubino può andare bene. Gli abiti con linee verticali o cuciture che vanno dall’alto verso il basso aiutano a dare l’idea di una silhouette più slanciata.

Rinuncia agli abiti a trapezio, in stile impero, alle tuniche a sacco ed a tutti i modelli voluminosi, che ricadano dritti sui fianchi, senza seguire la linea della vita, in quanto ti darebbero un’area troppo quadrata e goffa. Evita anche gli abiti con ruches, paillettes , fiocchi e decorazioni troppo vistose, per non rischiare di sovraccaricare la figura.

donna clessidra in primavera-estate
I wrap dress sottolineano la vita, senza dare ulteriore volume al busto.

Gonne

Indossa senza esitazione le gonne voluminose, a ruota, a matita ed a tulipano, in grado di valorizzare ancor di più la vita sottile. La gonna a matita è perfetta per sottolineare le curve, ma tende ad accorciare la figura, pertanto indossala solo se sei alta.

La lunghezza ottimale è al ginocchio. Evita le gonne più corte che andrebbero a mettere inesorabilmente in evidenza la coscia nel suo punto più largo.

donna clessidra in primavera-estate
La gonna a matita copre le ginocchia e sottolinea le curve.

Donna clessidra in primavera-estate: pantaloni

Punta sui modelli dritti ed i pantaloni leggermente a zampa, prediligendo le tonalità più scure. Evita i modelli a vita molto alta, che accorcerebbero il torace già appesantito dal seno importante.

Evita i leggings, il modello Capri, i baggy pants con il cavallo basso ed i jeans con le tasche sul retro, a maggior ragione se dotate di flap. In generale, evita i pantaloni più stretti del dovuto, che ti farebbero apparire più pesante di quanto tu sia realmente.

Gli shorts sono ammessi, con parsimonia, a patto che siano lunghi almeno fino a tre quarti della coscia ed abbiano un taglio dritto, non fasciante.

Camicie

Punta sui modelli avvitati ed a cache coeur, che evidenziano la vita stretta. Evita le camicie dal taglio maschile, che nascondono il punto vita e non ti starebbero bene infilate nei pantaloni. Evita anche i modelli con ruches, fiocchi, tasche ed applicazioni sul seno.

T-Shirt

Le scollature a V e quadrate sono perfette per valorizzare il décolleté florido, affinare il collo e, in generale, slanciare visivamente tutta la silhouette. Anche in questo, prediligi i colori scuri ed i modelli semplici. Si consiglia di evitare i colli alti e le scollature a barca o a madonna.

Scegli sempre la taglia giusta. T-shirt e top ampi e senza forma darebbero l’impressione che tu sia più larga di quanto sia realmente.

Anche in estate, indossa sempre un buon reggiseno per sottolineare ancora di più le curve e sollevare la linea del busto, donandoti un punto vita ulteriormente definito.

donna clessidra in primavera-estate
Lo scollo a V valorizzare il décolleté, affina il collo e snellisce la figura.

Donna clessidra in primavera-estate: scarpe

Per slanciare la figura, scegli sempre scarpe con un po’ di tacco. In estate sono perfette le peep toe, preferibilmente in colori non troppo contrastanti con il resto della gamba, ma evita i cinturini sottili alla caviglia.

donna clessidra in primavera-estate
Le peep toe in un colore che non crei contrasto con la gamba sono perfette per la donna a clessidra.

E tu come valorizzi il tuo fisico a clessidra in primavera ed in estate?