conferenza

L’outfit la dice lunga sulla tua capacità di valutazione, sulla fiducia che hai in te stessa e sulla tua creatività. Scegliere un abbigliamento sobrio, da impreziosire con qualche accessorio ad hoc che magari strizzi l’occhio ai trend del momento, è sempre la scelta vincente. Il concetto di base, da non perdere mai di vista, è quello di vestirsi in modo adeguato al contesto ed al luogo nel quale ci si trova. In fatto di stile, uno dei dubbi principali che attanaglia noi donne è proprio quello di fare passi falsi nella scelta dell’abbigliamento adatto ad una determinata situazione.

Non esistono abiti belli per eccellenza, il tutto dipende sempre dal contesto in cui li si indossa. Un abito o un completo ricercato possono essere di buona fattura e di assoluto buongusto, ma del tutto inadatti in una specifica circostanza.

E più la circostanza è importante, come una conferenza, un convegno o un congresso, più l’esigenza di non sbagliare look diventa un obbligo. In questo caso, possono risultare utili alcune regole a cui attenersi per essere sempre sicure ed a proprio agio.

conferenza
Ad una conferenza punta sulla sobrietà.

Come mi vesto per una conferenza: tailleur classico

Ideale per una conferenza, il tailleur classico, né troppo corto né troppo stretto, è un completo immancabile da usare sia intero che spezzato. Il mix bianco e nero è sempre vincente, fine e sicuramente meno impegnativo di un capo monocolore. Ottimi anche il grigio antracite ed il grigio fumo.

Per quanto riguarda la scelta della camicia, in questo tipo di occasione sono ammessi i micro pois e la micro riga, così come la tinta unita azzurra con colletto e polsini bianchi, che rappresenta il formal dress delle grandi corporation americane di Wall Street.

La camicia è importante che non siano né troppo stretta né troppo larga, dal momento che rischieresti o scadere nella volgarità o di apparire sciatta.

Attenzione a non presentarti stropicciata ad una conferenza, evita pertanto il lino ed il taffetà ed orientati invece su cady, marocain e fresco lana. Il pantalone più indicato è di foggia maschile, gessato, pied de poule ed in Principe di Galles.

Se scegli i pantaloni neri, presta attenzione a non mischiare troppi colori, anche tono su tono, ed evita di indossare scarpe del medesimo colore.

Con un tailleur classico vai sul sicuro.
Con un tailleur classico vai sul sicuro.

Come mi vesto per una conferenza: scarpe

La cosa migliore da fare è partire da casa con una ballerina ed indossare i tacchi prima di entrare. Per una conferenza si consiglia di indossare un paio di décolleté con un tacco medio che non superi i 3-6 cm, rigorosamente senza plateau. Da evitare nel modo più categorico i sandali, le zeppe, scarpe aperte e le infradito.

conferenza
Scegli scarpe dal tacco medio.

Come mi vesto per una conferenza: capi da evitare

Se partecipi ad una conferenza con altri colleghi, è consigliabile vestirsi secondo il dress code dell’ufficio, salvo diverse indicazioni.

Ad una conferenza è assolutamente sconsigliato indossare abiti succinti, gonne eccessivamente corte, trasparenze e toni chiassosi. Non è questo l’ambito in cui sfoggiare questo tipo di look, così come può essere inadeguato un abbigliamento troppo casual, che rischia di dare l’impressione di prendere sottogamba l’evento e non attribuirgli l’importanza che merita.

Accessori e capi troppo trendy sono altrettanto inadeguati ad una conferenza, meglio riservare borchie e dettagli fluo per un happy hour con le amiche.

Attenzione, però, a non eccedere all’opposto. È essenziale non confondere l’occasione formale con la classicità a tutti i costi. Presentarsi ad una conferenza con un abbigliamento da cerimonia o con una mise d’eleganza regale è altrettanto fuori luogo in un contesto professionale.

Evita i colori troppo chiari, principalmente per questioni di praticità e si sconsiglia anche di indossare abiti nuovi, in quanto generalmente è più semplice dare il meglio di sé con una mise già testata ed apprezzata.

conferenza
Ad una conferenza è sconsigliabile usare abiti nuovi, meglio optare per una mise già testata, con cui ci si sente a proprio agio.

Make-up e hairstyle

Ad una conferenza è importante avere un look ordinato, sobrio e composto. Si consiglia di scegliere un trucco soft, naturale e luminoso, per valorizzare i lineamenti del viso con eleganza.

Scegli un fondotinta a lunga tenuta, dona luce al tuo sguardo con una combinazione di ombretti in crema ed applica del mascara marrone in modo da dare definizione alle ciglia, senza appesantirle. Sfuma un blush sulla zona più in evidenza degli zigomi e completa il look con un gloss tenue e rosato.

Quanto all’hairstyle, ricorda che nessuna pettinatura trasmette affidabilità come lo chignon. Per realizzarlo, applica una noce di gel sui capelli asciutti, dall’altezza dell’orecchio fino alle punte, dividi la capigliatura e pettina all’indietro. A questo punto crea un torchon con i capelli, e fissali sulla nuca con delle forcine.

Puoi anche optare per un intreccio morbido, facendo tante treccine da legare insieme e fissare sulla nuca, lasciando libera qualche ciocca. Per uno stile dal sapore neoromantico, porta indietro i capelli con le mani e modella il ciuffo in modo casual, con l’aiuto di un po’di gel e qualche forcina.

conferenza
Chignon e trucco leggero per essere impeccabile.

Se hai i capelli ricci, puoi scegliere di lasciarli liberi ai lati e lisciare le ciocche centrali, cotonarle leggermente e fissarle sulla nuca.

Se, invece, preferisci tenere i capelli sciolti, puoi scegliere un’acconciatura dall’allure vagamente neoromantica ma al contempo composta ed ordinata, con i capelli tesi sulla nuca e le ciocche appena mosse sulle lunghezze, da realizzare con l’aiuto di una pasta modellante.

E tu quale look sceglieresti per una conferenza?

SCOPRI SUBITO I PRODOTTI PIU’ VENDUTI DI AMAZON CLICCANDO QUESTO LINK [CLICCA QUI]